Le ultime

Cartolina da Lione

Lione (2)Nonostante i suoi 500 000 abitanti ne facciano il terzo comune di Francia, il bellissimo centro di Lione, patrimonio dell’UNESCO, è un gioiellino da girare a piedi o in bicicletta. Famosa per aver dato i natali ai fratelli Lumiére e ad Antonin de Saint Exupéry, Lione è considerata – a ragione – la capitale gastronomica della Francia: tra le specialità irrinunciabili troviamo la quenelle de brochet, le saucisses briochés e la cervelle di canut (una specialità casearia che col cervello non ha proprio niente a che vedere!)

1 cosa che forse non sapete

Da poco più di sei mesi a Lione esiste una moneta locale complementare all’Euro. Finanziata attraverso una colletta partecipativa (bell’esempio del tipo di progetto che merita un croudfounding) la Gonette è in circolazione da novembre 2015 e, a quanto pare, sta riscuotendo un bel successo: io stessa, in un solo weekend a Lione, l’ho vista usare più volte!

1 Ristorante

“Bouchon” per eccellenza: Le Laurencin, 24 rue Saint Jean.

I « bouchons » sono i locali dove si mangia tipicamente lionese, in un ambiente accogliente e un po’ « alla buona ».

fourmillere1 Bar

Bistrot il giorno, bar la sera, La Fourmillere è un “lieu de vie” come dicono gli habitués. E a noi è bastato uno sguardo all’angolo bookcrossing per capirli.

La Fourmillere, 15 rue Salomon Reinach.

1 Attrazione

Visitare il Musée Miniature et Cinéma è come vedere due musei in uno. Miniature ed effetti speciali del cinema. Si tratta, infine, di un luogo « vivo », dove gli artisti lavorano ogni giorno alla creazione di miniature e alla restaurazione di vecchi cimeli del cinema… Ok, forse è una roba un po’ da geek, ma è tanto tanto bellino!

Musée Miniature et Cinéma

60 Rue Saint-Jean.

1 Coup de cœur

Un ristorante vegano da 10 e lode :

Against the grain, 135 rue Sebastian Gryphe.

Share Button

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*