Le ultime

Cinque mostre da non perdere

La sentite questa dolce apatia che vi impedisce di concentrarvi, questo desiderio fisico di sdraiarvi al sole, magari durante un pic nic al parco, di sedervi ai tavolini di un bar a leggere un bel libro? Aprile dolce dormire si dice in Italia (anche se i francesi, che ben conoscono il loro clima infido e sono certamente meno propensi di noi all’ozio creativo preferiscono dire “En avril, ne te découvre pas d’un fil…”). E figuratevi se noi di Parigi Grossomodo non appoggiamo in pieno i pic nic al Buttes-Chaumont e gli aperitivi sul canale! Però è anche vero che tra piacevole momento d’ozio e caduta nella pigrizia il passo è breve: per evitarvelo abbiamo compilato per voi una lista di cinque mostre aperte a Parigi che non potete davvero perdervi!

poussin-le-triomphe-de-neptunePoussin et Dieu, Musée du Louvre

Dal 2 aprile al 29 giugno

Tariffa intera : 13 €

In occasione del 350esimo anniversario della morte del pittore Nicolas Poussin il Louvre organizza questa retrospettiva sull’opera dell’artista, volta a mettere in luce la sua originalità nell’approccio alla pittura sacra. Un’occasione d’oro per riscoprire le opere del più importante pittore francese del XVIIesimo secolo.

 Lumiére, Grand Palais

Dal 27 marzo al 14 giugno

Tariffa intera: 13 €

Un altro anniversario, e un’altra eccellenza francese sono gli ingredienti dell’Expo che dal 27 marzo occupa il Salon d’Honneur del Grand Palais. Per i 120 anni del Cinématographe (una delle invenzioni dei fratelli Lumiére) l’Institut Lumière ha organizzato questa mostra dedicata alle numerose invenzioni che hanno portato Louis e Auguste Lumière a essere mondialmente riconosciuti, e ricordati, come pionieri e capostitpiti del cinema. Dalle primissime invenzioni fino ai loro celeberrimi film la mostra si interessa anche al successivo sviluppo della tecnica cinematografica. Per immergersi fisicamente nella magia del cinema e nella sua storia.


Harry Potter, Cité du Cinéma
Harry-Potter-exposition

Dal 4 aprile al 26 settembre

Tariffa intera: 22 €

Che sia cara non ci piove, ma le expo alla Cité du Cinéma non sono certo conosciute per la convenienza del loro prezzo, come certo ricordano gli appassionati di Star Wars che l’anno scorso hanno deciso di andare alla mostra Star Wars Identities. Quello per cui invece sono conosciute è l’attenzione al dettaglio e la cura messa nell’allestimento scenico. Insomma, se anche voi siete rimasti affascinati dalla saga di J.K. Rowling e dai film che ne sono stati tratti è l’occasione per perdervi a Hogwarts. Solo un consiglio: prenotate, gente, prenotate!

Desdémone – entre désir et désespoir, Institut du Monde Arabe

Dal 26 marzo al 26 luglio

Tariffa intera : 8

Al centro di questa mostra tematica è il quadro di Eugène Delacroix Othello et Desdèmone, ispirato alla tragedia Shakespeariana. Poche opere hanno ispirato l’arte attraverso i secoli come il dramma della gelosia per eccellenza, e questa mostra accoglie le tele di numerosi artisti nel tentativo di mettere in luce il ruolo di Desdemona, e mostrando l’evoluzione dell’immaginario legato alla donna attraverso i secoli. Per chi si chiede quale sia il rapporto tra questa mostra e l’Istituto del Mondo Arabo potrà essere interessante ricordare che nel costruire il personaggio del Moro di Venezia William Shakespeare si ispirò all’ambasciatore marocchino Abd el-Ouahed ben Messaoud Anoun, venuto in Inghilterra nel 1600 per rendere visita alla regina Elisabetta. Non è quindi un caso che anche Delacroix nel dipingere il suo Othello et Desdèmone si rifaccia ad un’immaginario orientaleggiante, che sembra richiamare più il mondo arabo della Venezia, teatro dell’opera.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAParis Magnum, Hotel de Ville

Dal 12 dicembre 2014 al 25 aprile

Entrata gratuita

Non vi restano che un paio di settimane per visitare questa mostra allestita all’Hotel de Ville e dedicata all’immagine della capitale. In bilico tra foto d’arte e reportage giornalistico, attraverso l’obiettivo dei fotografi dell’agenzia Magnum a saltare agli occhi sono i cambiamenti della città e dei suoi cittadini. Fino ad arrivare alla Parigi che conosciamo oggi.

Share Button

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. In questi giorni a Parigi - Parigi Grossomodo

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*