Le ultime

Gli eventi del fine settimana, la scelta della redazione

Ci sono certi weekend in cui, complice una settimana pesante, un brutto raffreddore e una temperatura non idilliaca il primo dei desideri è rinchiudersi in casa con un piumone, una cioccolata calda e uno dei miei pallosissimi film di guerra. Ma non questo: non soltanto il tempo parigino, nonostante le nostre tristi previsioni di novembre ci sta graziando, regalandoci delle belle giornate, ma il clima natalizio rende tutti frenetici e mette voglia di approfittare di questa città che ha sempre qualcosa di nuovo da offrirti. È così anche per voi? Beh, se la voglia di uscire non vi manca, ma le idee sì, ecco le proposte della redazione per questo fine settimana di metà dicembre.

BrassaiSilvia, da appassionata di fotografia qual è non poteva farsi sfuggire l’expo che da qualche tempo fa gola a tutti quelli che passano davanti all’Hotel de Ville: Brassaï, pour l’amour de paris. La mostra, gratuita, sta avendo un enorme successo, a giudicare dalla coda che si sviluppa davanti all’ingresso, ma questa domenica Silvia ha deciso che non si farà scoraggiare dalla gente in attesa, e a sentire come mi parla della scelta del suo evento viene voglia di accompagnarla: “Brassaï si girava tutta Parigi, quasi sempre la notte, e scattava foto: il suo tempo di posa era quello di una sigaretta, per cui se ne fumava una e quando la spengeva chiudeva l’otturatore. Un genio!”

CharmE chissà che una volta finita la visita Silvia non raggiunga Selena, che domani pomeriggio non dovrebbe essere lontana. Dalle sei del pomeriggio, infatti, la potete trovare al 59 Rivoli, al concerto per l’uscita dell’album Charm. A suonare sarà il trio composto da Alessandro Sgobbio, Xuan Lindenmeyer e Frédéric Chapperon. Un po’ di sano jazz in orario da aperitivo mi sembra un’ottima idea!

RezaQuanto a me credo che domani raggiungerò Silvia alla mostra e dopo Selena al concerto. Sempre che riesca ad alzarmi, ovviamente: in programma ho una serata alla Bellevilloise, principalmente per sentire il concerto di Reza, cantautore franco-iraniano dalle sonorità vagamente folk, e dai testi molto profondi alle 20:00… Ma non si sa mai che la serata non continui con il DJ set Excuse-me my french, sempre alla Bellevilloise. In tal caso, credo proprio che domani dormirò, e a vedere la mostra su Brassai ci andrò un’altra volta!

Share Button

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*