Le ultime

In questi giorni a Parigi

Troppe cose da fare, mostre come se non ci fosse un domani, concerti che quando te ne accorgi sono già sold out, film che quando ti decidi ad andare a vederli non sono più all’affiche, e in più c’è il sole e allora ce ne andiamo tutti al parco e a fare gli aperitivi in terrazza.

Per questo, noi di Parigi Grossomodo abbiamo deciso di proporvi la nostra to do list della settimana, un piccolo promemoria che aiuti voi, ma soprattutto noi, a non lasciarvi/ci sfuggire nulla nel panorama artistico-culturale di questa città che come sempre rigurgita di eventi.

De Giotto à Caravage

de giotto a caravageCome il sottotitolo, Les Passions de Roberto Longhi, suggerisce, la mostra è incentrata sugli artisti che lo storico dell’arte piemontese riscoprì e rivalutò durante il corso del XX secolo. Il programma promette una carrellata delle opere di alcuni fra i maggiori pittori del Rinascimento italiano: oltre a Giotto e Caravaggio, anche Masolino, Masaccio, Piero della Francesca e molti altri. Fino al 20 luglio al Musée Jacquemart-André

Série Mania

séries-maniaEvento gratuito in programma al Forum des Halles dal 17 al 26 aprile, Série Mania è un festival internazionale interamente dedicato alle serie tv e web prodotte in tutto il mondo. In programma quest’anno ci saranno una cinquantina di appuntamenti tra proiezioni, conferenze e tavole rotonde.

Harry Gruyaert

Chi ha visitato la mostra Paris Magnum all’Hôtel de Ville, che, ricordiamo, è stata eccezionalmente prolungata fino al 25 aprile, ha già avuto un piccolo assaggio del gusto per i colori di questo fotografo belga a cui la Maison Européenne de la Photographie dedica la prima retrospettiva in programmazione fino al 14 giugno. Per l’occasione anche la RATP rende omaggio all’artista con l’esposizione di alcune sue fotografie sui binari della metropolitana.

Antonioni, aux origines du pop

antonioni-cinemathequeFino al 19 luglio la Cinémathèque française propone una retrospettiva dedicata al grande regista italiano. Alla mostra Antonioni, aux origines du pop, creata a partire da un ricco archivio fatto di fotografie, appunti, schizzi, lettere, testimonianze, sono associate le proiezioni su grande schermo di tutti i film del cineasta ferrarese.

Il Mese del Documentario

Selezionati da professionisti del Cinéma du Réel, una serie di cinque film concorreranno al premio di miglior documentario italiano in un microfestival tutto nostrano che sarà ospitato al Cinéma la Clef dal 22 aprile al 27 maggio. Ogni proiezione sarà seguita da un dibattito organizzato da Doc/it – L’association des documentaristes italiens.

Share Button

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*