Le ultime

Indecisi sulla serata? Le tre idee della redazione

Sarà che forse ci bastano le cinquecento ore che trascorriamo settimanalmente a parlarci al telefono, che le sigarette che ci fumiamo appese alla cornetta funzionano egregiamente da surrogato a una normale chiacchierata intorno allo stesso posacenere, o che in settimana ci vediamo regolarmente per andare insieme ai vernissage, fare le interviste e girare i videi, che ci scambiamo quotidianamente una tonnellata di sms e almeno un quintale di mail, fatto sta che il weekend tendiamo a fare cose diverse.

E questo non fa eccezione.

Cirque Electrique afficheIo non c’ho provato nemmeno a invitare le ragazze al Cirque Electrique. Detesto essere tacciata di pigrizia, soprattutto quando è vero. Sì, ok, sta a cinque minuti a piedi da casa. E ammetto che con questo cielo nebbioso noleggiato alla Pianura Padana l’idea di non dovermi spostare dal mio quartiere mi rallegra assai e poi è importante sostenere la filosofia chilometro zero, che ne so, fare il tiramisù ai vicini, frequentare il bar dell’angolo, non prendere mai la metro… Io ci credo. E poi il Cirque Electrique è un bel posticino da riscoprire, in più stasera c’è un bel programma: concertino della Coax Orchestra, del jazz noise stonato e trombettaro, seguito da dancefloor punkettone. Secondo me ci si diverte. Per 7 euro.

Honolulu_Manouche_Hawaien

Comunque anche Gloria si fa un concertino questa sera. Manco troppo lontano. Lei va Aux Petits Joueurs, è un bar/ristorante nel 19° dove fanno spesso dei concertini. Stasera suona un gruppo che fa manouche tropical, che dio solo sa cosa vuol dire. Si chiamano Honolulu e, a quanto pare, sono l’incontro tra Django Reinhardt e Sol Hoopii (che così, a sentimento, senza gugolare, dev’essere tipo un musicista hawaiano). Anche se non ho idea di cosa sia, non dev’essere male, seratina danzante, olé!

 

juliette dragon

Selena invece dovrebbe andare alla Bellevilloise per il Paris Burlesque Festival. C’è musica dalle 23 fino all’alba e secondo me è figo. L’evento dura tutto il weekend e stasera prende il nome di “Les nuits fatales de Juliette Dragon”. In pratica si balla su un bel mix di punk, rock e grandi hit commercialone, mentre delle ballerine vestite in perfetto stile cabaret sfarfallano in mezzo al pubblico e sul bancone del bar. Pas mal anche questa proposta. 12 euro per tutta la notte.

Share Button

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*