Le ultime

Mademoiselle Maurice: tra origami e street art

Un’antica leggenda giapponese vuole che se in un anno qualcuno riesce a piegare 1000 gru  in origami un suo desiderio si avvererà. 1954, Hiroshima, Giappone. La piccola Sadako Sasaki si scopre malata di leucemia a causa delle radiazioni nucleari del bombardamento del 1945, e – scoperta la leggenda delle mille gru – decide di tentare l’impresa non soltanto nella speranza di guarire, ma anche di lanciare un grande messaggio di pace in un mondo ancora dilaniato dalla guerra. Quando Sadako Sasaki muore, il 25 ottobre 1955, all’età di dodici anni, ha già piegato 644 gru di carta, utilizzando tutti i pezzi di carta a sua disposizione, perfino le sue scatole di medicinali. Il suo corpo verrà sepolto assieme a tutti i suoi origami, e a tutti quelli realizzati dai suoi amici, e il suo nome diverrà il simbolo di una disperata ricerca della pace. Una statua che la raffigura mentre tende una gru verso il cielo è stata posta nel 1958 all’Hiroshima Peace Memorial, e ai suoi piedi una targa recita: Questo è il tuo pianto. La nostra preghiera. Pace nel mondo.

smile

Credits: Mademoiselle Maurice

È stata questa storia a ispirare Mademoiselle Maurice, giovane street artist francese che ha scelto Parigi come dimora. Se per voi la parola street art evoca soltanto bombolette spray e aerosol sarà una sorpresa scoprire l’opera poetica di questa sognatrice che ha scelto l’origami come mezzo espressivo attraverso il quale far passare i suoi messaggi di pace, di apertura e di tolleranza. Piccoli fogli di carta, piegati secondo forme sempre nuove e incollati a migliaia sui muri della capitale per creare dei grandi murales dai colori dell’arcobaleno: i muri grigi trasformati in gioiosi inni alla pace e alla poesia. Non vi resta che aprire bene gli occhi e aguzzare la vista: uno di questi splendidi murales potrebbe fiorire accanto alla vostra fermata di metro, o al vostro ufficio, o all’épicier dove vi fermate sempre a comprare la vostra bottiglia di bianco.

Paris

Credits: Mademoiselle Maurice

Perché sta proprio in questo la magia creata da Mademoiselle Maurice: nel trasportarci in un mondo di poesia quando meno ce lo aspettiamo e nel rendere un semplice muro grigio un passaggio verso questo mondo.

Share Button

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*