Le ultime

Parigi o Beirut? I migliori ristoranti libanesi

Si possono rimproverare molte cose a Parigi, ma se c’è un vantaggio incontestabile nell’abitare in questa città è che qualunque voglia culinaria vi venga può essere soddisfatta. L’inverno si avvicina a grandi passi e il cielo prende quella sfumatura a metà tra grigio piccione e acqua che scorre verso il tombino: non so voi, ma a me fa venire voglia di Mediterraneo, sole, profumo di cedro… Insomma, una cenetta in un ristorante libanese non vi tenta? Ecco i nostri bonnes adresses

 loubnaneLoubnane         €€

29 rue Galande

75005, Parigi

www.loubnane.f

Un’istituzione più che un ristorante. Fondato nel 1984 da Kamal Nassif, nipote d’arte (suo zio aveva fondato nel 1952 il primo ristorante libanese in Francia), è un concentrato di tradizione: l’ambiente, l’accoglienza, così come gli odori e i sapori vi trasportano in un mondo dove il pasto è molto di più che il semplice fatto di sedersi a mangiare.

L_LizaL de Liza     €€

14 rue de la Banque

75002 Parigi

www.restaurant-liza.com

Da un certo punto di vista (ma non da quello della qualità!) questo ristorante è il contrario del precedente: moderno, arredamento lineare e luminoso, curato fin nei minimi dettagli, propone una cucina libanese contemporanea, sorprendente e fresca. Ma non è tutto: perché oltre al ristorante L de Liza propone anche panini e Man’ouché (una sorta di piadina libanese) tradizionali, preparati unicamente con prodotti di stagione e freschissimi: tanto per darvi un’idea il pane è fatto solo con farine biologiche, viene preparato ogni giorno e cotto davanti ai vostri occhi. Davvero preferite una crepe qualunque per il vostro pranzo al volo?

Man'ouché_Paris Man’ouché     €

63, rue Rambuteau

75003 Parigi

 L’aperitivo si è trasformato in post-cena senza passare da tavola. Avete bevuto. E ribevuto, ma tutto quello che il cameriere vi ha portato è stato una ciotolina striminzita di noccioline. E ora avete fame. Anzi, avete molta fame. Se non volete fermarvi a farvi il solito “grec” (kebab) (che poi non è greco, è turco, e per di più quasi nessuno di quelli che servono le “specialità turche” a Parigi sono turchi, ma questo è un altro discorso…), questo è il posto che fa per voi. E non solo perché è aperto fino a tardi, ma perché i loro Man’ouché sono veramente buonissimi e la scelta dei ripieni piuttosto ampia: li vedrete cuocere proprio davanti ai vostri occhi, prima di andarvene con questa delizia gastronomica a sedervi davanti al Pompidou per gustarla in santa pace. A volte la felicità è semplice come una piadina libanese. A proposito: non c’è bisogno di aspettare mezzanotte per approfittarne, ogni momento è buono!

Questi sono i nostri consigli… E voi che ne pensate? Avete qualche indirizzo da suggerire? Commentate!

 

 

 

Share Button

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Parigi e i buoni propositi - Parigi Grossomodo

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*