Le ultime

Praticare yoga a Parigi

Keller_yoga

Photo: studio Keller

Hatha o ashtanga? Yoga solidale o club super chic? A Parigi ci sono tappetini per tutti i gusti!

Siete arrivati, avete risolto le più incredibili beghe burocratiche (carte vitale, chi era costei?) e avete ADDIRITTURA trovato casa… ora potete finalmente tirare un sospiro di sollievo e dedicarvi al vostro prana.

Yoga for dummies

Trovare il giusto centro yoga è difficile almeno quanto trovare il proprio parrucchiere di fiducia e, una volta che l’avrete identificato, non lo mollerete più. Se siete dei neofiti, toppare la prima lezione potrebbe convincervi per sempre che la pratica dello yoga non faccia per voi quando invece esistono un’infinità di stili e di scuole. Se siete degli sportivi accaniti lo yin yoga potrebbe rendervi più violenti del buon vecchio Alex di “Clockwork Orange”, ad esempio.

A Parigi la scelta è impressionante. Pensate bene anche all’atmosfera che volete avere intorno: ci sono insegnanti competenti ed appassionati che lavorano in piccole palestre ed associazioni, sono difficili da scovare ma spesso propongono corsi interessanti e poco costosi. E poi ci sono club elegantissimi corredati di bar bio e boutique con un planning dei corsi fitto come le foreste norvegesi.

Bene. Quindi dove vado?

La soluzione è una sola: provare, provare, provare. Tutti i centri offrono cours d’essai a prezzi più o meno ridotti e formule “corsi illimitati per una settimana”. Gli abbonamenti, soprattutto quelli a frequenza libera, sono piuttosto costosi (una media di 100 euro al mese), è decisamente più conveniente e comune acquistare delle carte che includono un certo numero di lezioni. Sono previste un sacco di riduzioni che aiutano a risparmiare (per studenti, chômeurs…) quindi non scordatevi di chiedere.

Indispensabile fare un giro sul sito Yogateau: tutto quello che volete sapere sullo yoga nella Ville Lumière, si trova lì. Nella sezione “Studios in Paris” sono elencati tutti i centri della città (o quasi) e tutte le settimane il sito viene aggiornato con info utilissime come il  calendario degli ateliers e delle classi gratuite.

Vi serve il tappetino perfetto, o anche solo un consiglio? La boutique Yoga Concept è un vero riferimento per tutte gli yogini di Parigi, offre abbigliamento ed accessori (prezzi medio-alti) e tante informazioni sulla comunità yoga della città.

I migliori centri della rive droite

Studio_Keller

Photo: studio Keller

Posto che per l’autrice il 90% della rive gauche potrebbe anche polverizzarsi, è un fatto che la maggior parte dei centri yoga siano condensati nel Marais e nel 10° e 11° arrondissement.

Il mio amore assoluto e incondizionato va allo Studio e alla Maison Keller, nel quartiere di Bastille.

La sala dello Studio è molto luminosa ed ampia mentre l’ambiente della Maison (che dista solo qualche metro dallo Studio) è più raccolta. L’accoglienza è sempre perfetta, cortese senza mai essere invadente (scusate, sono milanese, se esagerano col calore vado in autocombustione). Troverete moltissimi stili di yoga ma anche corsi di danza e pilates. Se, come me, pensate che l’hatha yoga sia LO yoga, avrete la fortuna di praticare con insegnanti straordinari di origine indiana come Sri Venudas o Deepu.

Preferite l’ashtanga? Trini Yoga offre una location bellissima e un planning dedicato a questo stile dinamico con tanto di classi Mysore style. Non l’ho testato, ma si dicono ottime cose anche di Samashtiti Studio.

Il Centre du Yoga du Marais ha sede in una via molto suggestiva ed offre anche corsi in inglese, perfetti per chi non ha ancora familiarità con l’idioma francese. Tutte le domeniche c’è una community class (classe a donazione libera, il ricavato va in beneficenza) ed è possibile fare lo Yoga Teacher Training per ricevere la certificazione di insegnante.

 Budget ristretto? Pas de soucis!

Le già citate “community class” sono un’ottima soluzione, sono offerte davvero in parecchi centri, basta cercare un po’ (anche lo Studio Keller ne ha una il mercoledì).  Altrimenti fate un giro sul sito Yoga Solidaire, segnala corsi per tutte le tasche in vari studi di Parigi. Il marchio di abbigliamento sportivo Löle Women promuove lezioni gratuite nella sua boutique del Marais e in varie location cittadine.

Luoghi insoliti

 Se volete risparmiare potete provare anche i corsi in luoghi meno ortodossi, come il caffé Lomi a Marx Dormoy, una torrefazione in stile Brooklyn dove potete praticare vinyasa per soli 10 euro  (ricordate di riservare il vostro posto qui )Nell’ 11esimo si fa yoga anche dal parrucchiere, nell’atipico negozio di Nicolas Waldorf.

Un’altra dritta per seguire un corso spendendo poco? Buttate un occhio alla pagina di Affordable Yoga in Paris )

Rive Gauche, tra club esclusivi e centri “storici”

 Le Tigre Yoga Club e Rasa Yoga Rive Gauche  fanno per voi se siete alla ricerca di un ambiente elegante e varietà di corsi e servizi (le tariffe sono piuttosto alte ma meno esorbitanti di quello che si possa pensare, soprattutto se fate le cartes da 20 corsi in su).

Avrei sempre voluto testare la  Fédération Française de Hatha Yoga ma la distanza geografica me lo impedisce (è nel 14° arrondissement). Se la frequentate, battete un colpo e fatemi sapere com’é 🙂

Share Button

1 Comment on Praticare yoga a Parigi

  1. posso farvi un monumento per quest’articolo? sono alla ricerca disperata di un centro yoga degno di questo nome dove le insegnanti non ringhino incazzose (c’est paris…)! adesso mi rituffo nella lettura di questo interessantissimo blog, una gran scoperta!
    ciao

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*