Le ultime

Questa settimana in sala!

Non mi dite che ci avevate creduto davvero. Il bel tempo, i pic-nic sul canale, gli aperitivi in terrasse… E invece no. Piove. Fa finta di fare bello per qualche ora, giusto il tempo di darvi qualche falsa speranza e poi… Piove di nuovo.

Insomma, se l’idea di passeggiare con la pioggia battente o di stringervi sotto il tendone del dehors di un bar battendo i denti per il freddo non vi alletta più di tanto non vi resta che rimandare gli aperitivi e le altre attività en plein air e andare al cinema! Ecco una breve guida ai film à l’affiche questa settimana, tra nuove uscite, grandi classici di nuovo in sala e piccole perle che se non le avete ancora viste… Correte!

Arrivano in sala

les-jardins-du-roi

Esce questa settimana Les Jardins du Roi (A Little Chaos) secondo film diretto da Alan Rickman, che per l’occasione torna anche davanti alla cinepresa nei panni di Luigi XIV. Se l’intreccio sembra periclitare in quanto a veridicità storica (al cuore del racconto si situa l’immaginaria storia d’amore tra la paesaggista Sabine De Barra e il celebre André Le Nôtre), la ricchezza della messa in scena e la cura dei dettagli lasciano presagire un film storico degno di questo titolo. Personalmente non lo lascerò passare.

É appena uscito nelle sale anche Un pigeon perché sur une branche philosophait sur l’existence (En duva satt på en gren och funderade på tillvaron) film vincitore del Leone d’Oro durante l’ultima edizione della Mostra di Venezia. Al centro della trama, un complesso quadro di situazioni e vicende tra il drammatico, il comico e il grottesco, si trovano Sam e Jonathan, venditori ambulanti di articoli scherzosi e maschere. Se non basta il titolo (geniale) a convincervi ad andare a vedere il film, né la fama del regista Roy Andersson, non vi resta che dare un’occhiata al trailer qui sotto.

Riesce in sala

Once_Upon_A_Time_In_America1Per tutti i veri cinefili dotati di una buona resistenza, ecco una chicca da non perdere: questa settimana riesce in sala la versione restaurata di Once Upon a Time in America. E quando dico restaurata intendo in versione integrale di 251 minuti, grazie all’aggiunta di 7 scene tagliate. L’imponente lavoro di restauro è stato portato a termine dal laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna nel 2012, anno in cui la versione di 4 ore e 11 è stata proiettata a Cannes. Finalmente tutti gli appassionati potranno vederla nelle sale francesi. Il cinema Grand Action prevede di proiettarla in sala, ma occhi aperti, che sicuramente altri cinema di art et essais coglieranno l’occasione per proiettare il capolavoro di Sergio Leone.

Ancora in sala… Ma non per molto!


Se ancora non avete avuto l’occasione, ecco due film che lasceranno presso gli schermi parigini e che non dovreste veramente perdervi. Il primo è Leopardi – Il giovane favoloso, di Mario Martone. Un film al quale – è opinione di chi scrive – non si può rimproverare praticamente niente: l’interpretazione di Elio Germano è a dir poco ottima, la fotografia curata e sontuosa, perfino la scelta delle musiche contemporanee – che inizialmente può lasciare un po’ interdetti – si rivela vincente. Probabilmente questa è l’ultima settimana di programmazione, non perdetevelo!Il Giovane Favoloso

Il secondo film, un piccolo piacere cinematografico come non è facile scovarne, è Sill Life (distribuito in Francia col titolo Une belle fin¸ film inglese (inglesissimo!) ma diretto dall’italiano Umberto Pasolini. Un film quasi sussurrato e dai toni tenui che mette in scena una vicenda al tempo stesso lineare e stupefacente: un funzionario comunale, incaricato di rintracciare parenti e amici delle persone morte da sole, alle prese con l’ultimo caso della sua carriera, indaga sulla vita di un vecchio alcolista morto proprio di fronte a casa sua. Il film, amaro e delicato al tempo stesso, rivela una poeticità dimessa che sfugge con maestria allo stesso tempo dal patetico e dal grottesco. Una perla rara!

Share Button

1 Comment on Questa settimana in sala!

  1. Et Shaun le Mouton ! Personne n’en parle, de Shaun le mouton 🙂

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*