Le ultime

Saint Michel e dintorni

Ci son quartieri in cui è facile trovare un buon bar, e la scelta si può fare (quasi) a occhi chiusi. Saint Michel non è uno di questi: nonostante la sua posizione centrale (o forse proprio a causa di quest’ultima), questo quartiere non brilla per i suoi bar. E se di giorno passeggiare tra le vie del V, tra librerie, antiche biblioteche e monumenti storici è un piacere, non si può dire la stessa cosa passate le 7 di sera: tra i ristoranti turistici del Quartiere Latino e le brasserie di classe di Saint-Germain-des-Prés si aggira una popolazione all’80% di stranieri, dagli studenti americani alla famigliola italiana in vacanza.

Ciononostante vi capiterà spesso – i primi tempi – di passare una serata a Saint-Michel, specie se siete studenti universitari: ecco perché noi di Parigi grossomodo abbiamo scovato quattro indirizzi salva-serata. Perché un buon locale può nascondersi ovunque! Ah, cattiva notizia per i fumatori: le terrasses, sulla rive gauche della Senna, sono veramente merce rara!

Le dix bar

10 Rue de l’Odéon

75006 Parigi

01 43 26 66 83

www.lebar10.com

Vicino alla stazione Odéon, questo bar è il luogo ideale per dividersi una buona brocca di sangria all’ora dell’aperitivo. L’ambiente è fuori dal tempo: affiche teatrali ai muri, tavolini in legno dei tempi che furono. Scesa la scala a chiocciola vi ritrovate in una cave dal soffitto a volte dove vi sentirete trasportati indietro nel tempo di 50 anni. L’ambiente è conviviale, il proprietario alla mano, la sangria non economicissima ma buona. Unico neo: vittima del suo successo, lo si trova su numerose guide, e negli ultimi anni un certo numero di turisti si sono uniti alla sua clientela abituale, fatta di studenti francesi e stranieri.

 

Piano_vacheLe piano vache

8 rue Laplace

75005 Parigi

Tel.: +33 1 46 33 75 03

www.lepianovache.fr

 

Un altro bar storico della vita studentesca parigina. Pochi fronzoli: dal 1969 al piano vache si viene per sentire un po’ di sana musica (jazz manouche il lunedì, punk-rock il venerdì…) accompagnata da una pinta di birra. A parere di chi scrive un bar come si deve, lontano anni luce dall’ambiente boboizzante e finto-underground che va per la maggiore in altri quartieri di Parigi: locandine di concerti e altre fotografie tappezzano le pareti, il servizio è sbrigativo ma non scortese, i concerti sono interessanti e decisamente old school.

 

L’Urgence bar

45 Rue Monsieur le Prince

75006 Parigi

01 43 26 45 69

www.urgencebar.com/‎

Di questo bar ne sentirete parlare senza dubbio prima o poi (non sempre positivamente). Bar cult per gli studenti di medicina, i cocktails (dai nomi che richiamano medicinali e ad altre amenità ospedaliere) sono serviti in biberon. Riduzioni per infermieri, medici e paramedici, oltre che per tutti coloro che si presentano ingessati. Se l’idea del bar è originale e l’ambiente delirante può mettere d buon umore i suoi lati negativi si mostrano molto velocemente: rumoroso alla follia e molto molto costoso. In breve: divertente una volta, la seconda è meglio cambiare aria!

RefletLe reflet             

6 Rue Champollion

75005 Parigi

01 43 29 97 27

Senza dubbio IL bar dove andare in zona Sorbona. Un locale che riscatta il quartiere. I muri sono tappezzati di foto in bianco e nero di attori e di set cinematografici: non a caso siamo davanti al cinema le Reflet Médicis. Per quanto riguarda il sottofondo musicale si va sul sicuro: Beatles, Doors, Bob Dylan… Insomma, il genere di musica che fa sempre piacere ascoltare in un bar. Se in più si mette in conto l’ambiente decisamente decontracté e la buona cucina (servono degli ottimi croque, delle insalate piuttosto abbondanti e altri piatti veloci, ma non per questo meno appetitosi) non vedo cos’altro si debba chiedere ad un bar. Il luogo ideale per venire, il pomeriggio, a prendere un caffè leggendo un buon libro: d’accordo, fa tanto cliché… Ma chi può resistere alla tentazione di giocare allo studente in questo quartiere?

Share Button

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée.


*